Libero pensiero

לֶךְ לְךָ מֵאַרְצְךָ וּמִמּוֹלַדְתְּךָ וּמִבֵּית אָבִיךָ

Cos’è il libero pensiero?

Può sembrare semplicistico o inaffidabile, ma dopo 40 anni di esperienza posso dire che una formula per il libero pensiero esiste sicuramente. E intendo abbreviare il tuo percorso verso di esso. Successivamente elencherò i sei strumenti che permettono di “pensare liberamente”.

Sono arrivato al libero pensiero quando ho cercato di “salire di livello” dal pensare alla mia corsa per il successo alla comprensione di come penso e cosa mi fa andare avanti. Il libero pensiero è in realtà un metodo di pensiero che produce pensiero migliore, pensiero a più livelli. Cerchiamo sempre di “costruire un pensiero” partendo da qualcosa che molto probabilmente è reale e non abbiamo paura di sfatare miti o “opinioni della gente” rispetto a cose che non sono un’opinione come “la terra è rotonda”.

Quando si applica “pensiero libero” a “pensiero libero” si ottiene che si dovrebbe vedere un profitto dal pensiero e non solo dalle opinioni di un pensatore, intendendo profitto finanziario, sanitario, sociale e in generale profitto.

Se è così, ecco la formula per il libero pensiero, ma come ogni cosa nuova, devi praticarla. Anche se ci vogliono anni per raggiungere un livello di competenza, il miglioramento iniziale è immediato.

Il libero pensiero traccia la strada verso il processo decisionale incrociando informazioni provenienti da una varietà di campi della conoscenza, come matematica, statistica, scienza, evoluzione, antropologia, logica e neutralizzando presupposti non verificati. Nel libero pensiero, di solito prendi la decisione migliore con la massima probabilità.

Incrociare più fonti di informazione con la logica è la base del libero pensiero. Quando si fa una domanda la cui risposta è “è così” oppure “fanno tutti così” solitamente un pensiero libero mostrerà che si tratta di un errore.

Dove sono tutti?

La domanda che mi viene posta più spesso è: “Se quello che dici su nutrizione, istruzione, salute, governo, affari, ambiente, ecc. è vero, allora dove sono tutti gli altri?”

Perché i professori di nutrizione non dicono che ci sono tossine nelle verdure?

Perché il governo non separa le autorità?

Perché non alleviamo polli ruspanti in modo che le uova non siano velenose per noi?

Come fa il MIUR a non spingere tutti ad eccellere in matematica, se questa è alla portata di tutti?

C’è una spiegazione logica per questo, resta con me per un momento.

Perché ascoltarmi?

Non credo sia giusto ascoltarmi senza provare a giungere da soli a queste conclusioni o verificare se le cose funzionano davvero, tutto questo senza correre rischi, ovviamente. Ma vale la pena prestare attenzione al mio percorso di vita unico che ha plasmato il mio modo di pensare: sono cresciuto con una madre assistente sociale e un padre ingegnere elettrico. I loro genitori erano gli unici sopravvissuti all’Olocausto nella loro famiglia. L’Olocausto era sempre presente in casa e portava con sé il bisogno di pensare in grande e in modo diverso.

Quando avevo 10 anni ci siamo trasferiti nella Silicon Valley per due anni. Durante questi anni sono stato esposto alla cultura americana: la necessità di rendere tutto perfetto e costruire un metodo per ogni cosa. Inoltre, ho acquisito la competenza in una seconda lingua che deriva dal pensare in due lingue, su due percorsi diversi. Durante gli anni del liceo mi dilettavo nel mercato azionario e leggevo giornali economici. Successivamente ho studiato ingegneria elettrica al Technion e mi sono laureato con lode dopo sette semestri. Durante i miei studi ho fondato la mia prima azienda: una piattaforma di blackjack online; Ho quindi creato un casinò online; Poi un sito di backgammon a pagamento. Infine abbiamo fondato Plus500, che nell’ultimo decennio ha fruttato oltre 2 miliardi di dollari.

Dopo il successo di Plus500, ho iniziato a giocare con il libero pensiero non legato al guadagno e sono riuscito a risolvere da solo tutti i tipi di problemi di salute che mi preoccupavano, con l’aiuto di prendere decisioni utilizzando questo metodo.

Il mio percorso di vita mi ha portato a cercare di capire qual è il mio metodo, ad organizzarlo e a pensare a come possa essere trasmesso, per accorciare la strada agli altri.

Tuttavia, va ricordato che sono solo un ingegnere elettrico del Technion. Non sono né un medico, né un generale dell’esercito, né uno psicologo, un politico, un sociologo, un antropologo, uno scrittore, un matematico o un filosofo. Ma non ho paura di esplorare tutti questi argomenti e di toccarli con un pensiero libero. paura zero

Non sono un allenatore

La maggior parte degli allenatori ha inventato un metodo e ne ha ricavato dei soldi. Ho guadagnato soldi e ti ho portato il metodo.

Il solo fatto di aver avuto successo negli affari non è sufficiente a garantire che ho ragione. L’idea principale è permetterti di apprendere il metodo: pensare liberamente, raggiungere conclusioni in modo indipendente, generare profitto, vivere la vita che hai sempre sognato. Leggere il libro o ascoltare una conferenza ti aiuterà a sviluppare tu stesso il pensiero libero.

Ci sono poche possibilità che la voce “libera” ti raggiunga

Le persone che incontrano risposte e soluzioni che nascono dal libero pensiero si chiedono: “Se tutto il pubblico viene ingannato, allora perché i professori non dicono nulla?”

Una delle risposte viene dal mondo delle “scienze” – affinché questa voce possa essere ascoltata – è necessario che qualcuno raggiunga la verità, faccia sentire la sua voce, affinché questa voce arrivi a te e tu accetti di ascoltarla . È una moltiplicazione di quattro probabilità. bassa probabilità. Inoltre, ci vuole tempo perché i nuovi risultati della ricerca siano praticamente integrati nella vita di tutti i giorni, perché il processo di traduzione della ricerca in pratica, noto come “traduzione della conoscenza”, può richiedere molti anni.

Non vi è alcun profitto nella soluzione semplice

Un’altra risposta a questa domanda viene dal “mondo dell’economia”. Se il chirurgo plastico che trae profitto dai trattamenti di liposuzione dice ai suoi pazienti di cambiare semplicemente la loro dieta – riducendo i prodotti a base di grano, olio e zucchero – non riuscirà a guadagnarsi da vivere. Quindi in teoria potrebbe essere semplice e facile, ma nella pratica probabilmente i pazienti non lo ascolterebbero, e forse anche i medici stessi non credono a questa soluzione. Pertanto, vendono la liposuzione per 20.000 NIS e non la nutrizione gratuita per 80 NIS come nel libro.

Le grandi soluzioni vengono solitamente portate dalle aziende commerciali. D’altra parte, le soluzioni di libero pensiero di solito non richiedono l’acquisto di farmaci o un grosso investimento finanziario, quindi in assenza di un modello economico e di un interesse imprenditoriale, non le sentiremo da professionisti o da settori diversi. Ad esempio, sarà difficile costruire un modello di business partendo da un cambiamento nutrizionale per i diabetici.

Le persone vogliono una soluzione rapida e semplice

La maggior parte delle persone vuole fare il minimo sforzo per ottenere il massimo profitto. Vogliono cioè buon cibo, bei coniugi, soldi, una casa ordinata, un giardino immenso, un profumo di lusso, status – ma – non vogliono investire molte energie, né vogliono lavorare sodo per tutti di questo.

Il libero pensiero cerca di ottenere il massimo profitto con il minimo sforzo. Ma la maggior parte delle persone non lo capisce ancora.

Per me è chiaro che imparare una buona professione è più adatto ai pigri che fare il messaggero di Walt. Perché in una buona professione puoi essere pigro. Sono sempre stato pigro, quindi ho imparato un mestiere in cui il computer lavora per me. Ad esempio, un gestore degli investimenti che ha studiato economia, dopo quattro anni di studi impegnativi, lavora meno duramente di un corriere Walt, che deve stare in movimento tutto il giorno. Ciò che inganna è il grande impegno richiesto all’inizio, anche se poi negli anni si investe uno sforzo minore in una buona professione. Lo sforzo medio complessivo è inferiore. Il problema per cui le persone rifuggono dallo sforzo iniziale è un errore aritmetico nel calcolo della media.

Un altro esempio di piccolo sforzo e grande guadagno: quando una persona si lamenta del bruciore di stomaco con il medico, il medico gli somministrerà immediatamente una pillola antiacido. Probabilmente non gli spiegherà che il bruciore di stomaco è stato causato dalla sua dieta: dalle tossine nel riso o nell’olio che ha mangiato. Per me è chiaro che è più facile cambiare la dieta e risolvere definitivamente il problema piuttosto che prendere regolarmente le pillole e soffrire anche dei loro effetti collaterali.

Non sono molti i liberi pensatori

Oggi non ci sono molti liberi pensatori, soprattutto perché è molto difficile staccarsi dalle opinioni con cui siamo cresciuti e cambiare idea. Essere un libero pensatore non è legato all’intelligenza o al QI, è solo legato alla conoscenza di un modo di pensare diverso come quello che appare nelle leggi sul libero pensiero .

Negli ultimi anni la tecnologia informatica è molto migliorata e oggi è possibile leggere ogni libro mai pubblicato, ricevere riassunti di ricerche, nonché porre domande complesse a ChatGPT che in passato dovevi girare per le università per mesi. Voglio dire, non era molto utile essere un libero pensatore 50 anni fa, quando l’informazione, la conoscenza e la scienza erano così diverse da oggi.

Allora dov’è il tuo profitto? Il tuo profitto è pensare liberamente nel tuo modo unico, non fare affidamento su di me, sbaglio molto, anche se di solito è perché mi sento fuorviato.

Ognuno è bello a modo suo, approfitta di questa bellezza per pensare liberamente a modo tuo.

Dipendente dalle invenzioni tecnologiche e scientifiche

Il mondo è dipendente dalle invenzioni tecnologiche e scientifiche, i giornali ne sono innamorati e l’umanità dipende da esse il proprio futuro. Ma in realtà la tecnologia e la scienza non miglioreranno la nostra vita, anzi. Piuttosto, le scoperte non tecnologiche vengono dimenticate e non se ne parla, anche se il loro impatto sulla vita è molto maggiore di qualsiasi invenzione tecnologica. Il libero pensiero porta spesso a scoperte non scientifiche o tecnologiche. Quando i padri fondatori degli Stati Uniti scrissero la Dichiarazione d’Indipendenza e la struttura del governo americano, la stampa non uscì annunciando che “il sistema di governo che farà degli Stati Uniti un impero è stato inventato”. non scientifici, sono umani. Le invenzioni tecnologiche vengono copiate, ma le invenzioni culturali e interpersonali vengono abbandonate. Qualche anno fa quando si scoprì che il grano è velenoso per l’uomo a causa delle tossine che contiene per evitare che i parassiti distruggano la pianta, nessuno ne parlò come dell’invenzione del secolo, fino ad oggi è stato completamente dimenticato, ma avvelena ancora centinaia di milioni di persone. Pochi lo capiscono. Ora sei uno di quei pochi.

resistenza al cambiamento

Come in ogni campo, anche in medicina e scienza c’è sempre resistenza al cambiamento. Forse a causa di convinzioni radicate, interessi finanziari o semplicemente della tendenza umana a restare fedeli a ciò che è familiare e conosciuto. Il nostro pensiero è pigro. Aiutala a svegliarsi. Pensa liberamente.

I più pericolosi sono i presupposti con cui siamo cresciuti

Il profitto non realizzato

Il guadagno non monetario più folle derivante dal libero pensiero contraddice i presupposti con cui siamo cresciuti. Questi presupposti, di cui nessuno controlla se siano veri o meno, sono bloccati nella tua vita come agenti estranei dentro di te… Per esempio: “Mangia verdura, è salutare”, fino a 46 anni non ho verificato questo presupposto a Tutto. E quando ho controllato, sono rimasto sorpreso, puoi leggerlo nella nutrizione gratuita.

Anzi, esattamente il contrario

Lavorare duro, scappare dal mercato azionario quando tutti gli altri se ne vanno, comprare vestiti costosi, fare del nostro meglio, non generalizzare i gruppi secondo stereotipi e non fare supposizioni: sono cose che non fanno bene al nostro profitto, non solo finanziario . La verità è, molte volte, esattamente il contrario. Non spiegheremo tutto qui, ma “lavorare sodo” è davvero un valore pericoloso. Le persone più pericolose in questo settore sono gli impetuosi e gli ottusi, perché diffondono vigorosamente sciocchezze nella società.

Non un lavoro duro, ma lavorare con il minimo sforzo e il massimo profitto porta la massima redditività nel tempo. Fare generalizzazioni stereotipate è una caratteristica evolutiva per la protezione, a volte bisogna decidere in una frazione di secondo se la persona che abbiamo di fronte è pericolosa per noi o per lui, ovviamente uno stereotipo ci aiuta a questo punto.

Definizione noiosa di libero pensiero

La libertà mentale è importante quanto la libertà fisica. Il libero pensiero è un nuovo modo di pensare. Aiuta a raggiungere la libertà mentale e, in una certa misura, anche la libertà fisica (guadagnare soldi e simili). Nella combinazione di entrambi c’è la vera libertà: la libertà. Scienza e logica non vanno male insieme, quindi quando entrambe indicano qualcosa è interessante. Quando c’è un conflitto tra loro, devi esercitare il libero pensiero.

Una volta gli esseri umani sono cresciuti anche con la consapevolezza che la schiavitù è logica, quindi ciò con cui siamo cresciuti non ha molto significato, se non proviamo a capirlo da soli.

La maggior parte delle questioni più difficili del mondo sono risolvibili con l’aiuto dell’informazione, della scienza, della logica, dell’evoluzione, della storia, dell’antropologia e del libero pensiero – che è l’organizzazione di tutti questi strumenti.

Il libero pensiero cerca in ogni cosa un minimo investimento di energie per un enorme profitto, in ogni campo della vita, è così che sono arrivato a fondare Plus500. L’azienda ha effettuato 10.000 volte l’investimento.

Ciò che senti è un’opinione e non necessariamente la verità. Ciò che vedi è un punto di vista e non necessariamente la realtà. Non lasciarti limitare dalle opinioni e dall’immaginazione limitata degli altri. Vogliamo ad esempio capire se servono scarpe per correre: l’evoluzione dimostra che la maggior parte delle volte ci si spostava a piedi nudi. La logica dice che le scarpe cambiano la forma della corsa a causa del cambiamento degli angoli di impatto sul terreno. Esistono studi scientifici che dimostrano che correndo a piedi nudi gli shock sono minori. C’è un crossover tra logica, evoluzione e scienza. Ora per la visione dobbiamo provarlo su noi stessi. C’è una crepa nel libero pensiero.

Stiamo affogando nelle informazioni ma desideriamo approfondimenti al riguardo. Qui arriva il libero pensiero per cercare di isolare il segnale dal rumore. Il libero pensiero è il gioco tra logica e informazione (l’informazione può essere ottenuta attraverso la scienza, la matematica, l’esperimento, l’osservazione o qualsiasi cosa che porti un fatto ad un alto livello di probabilità). Le informazioni ci portano nella giusta direzione, ma chi prende la decisione alla fine dovrebbe essere la nostra logica con la minor emozione possibile. L’emozione oscura la realtà. Le informazioni dipendono dalla logica, quindi è necessario esercitarsi a sapere quando le informazioni sono vere con un’alta probabilità.

Il libero pensiero è un pensiero indipendente su qualsiasi argomento nel mondo basato su presupposti la cui verità è stata dimostrata con alta probabilità. Questo è un “metodo” di pensare proprio come il “metodo” di calciare un pallone o qualsiasi altro metodo. Questa verità (con un’alta probabilità) può essere raggiunta con il tempo, la logica, la ragione e l’osservazione empirica e tutto questo in un pensiero libero metodo. Non c’è nulla di “spirituale” o di “mistico” nel libero pensiero, al contrario, si basa su un metodo per applicare la logica all’informazione e dedicarvi tempo che altri non farebbero. Per pensare liberamente dobbiamo comprendere i nostri pregiudizi di pensiero .

Il libero pensiero dovrebbe portarti alla fonte del problema, spesso gli altri non lo vedono perché non credono che ci sia un’altra strada. Esempio: potrebbe essere che gran parte dei problemi dentali dei bambini siano dovuti alla respirazione orale e non al naso?

Si dice che il nostro ambiente e i nostri geni determinino come sarà la nostra vita, ma il nostro processo decisionale è il terzo fattore più importante ed è molto più efficace quando c’è il libero pensiero.

Il “grande crack” è che di solito i liberi pensatori non provenivano da un campo analitico come l’ingegneria, ma da campi umanitari. Questa combinazione è un libero pensiero del libero pensiero: pensare in modo ingegneristico a tutte le aree del mondo, e soprattutto in aree come il governo o la salute di cui la maggior parte degli ingegneri non si occupa a livello di pensiero. Un esempio: un koala australiano mangia un foglia specifica dell’eucalipto e quasi solo quella. Tutti gli altri animali soffriranno fino alla morte mangiando le foglie velenose dell’eucalipto. Usando il libero pensiero, è possibile supporre con alta probabilità che ciascun animale sia adatto a un alimento relativamente specifico. Da qui è possibile andare avanti con il pensiero e supporre che gli esseri umani non siano destinati a mangiare tutto, ma solo relativamente determinati alimenti a cui sono stati esposti per migliaia di anni.

Ad esempio, un giocatore di basket è bello essere alto, ma è possibile insegnare l’altezza? Ed è qui che inizia il libero pensiero –

  • L’altezza è l’unica misura del successo nel basket?
  • Quali sono le qualità più forti nei grandi giocatori di basket?
  • Cosa puoi insegnare a un giocatore principiante?
  • Vale la pena provare a diventare professionista nel basket? qual è la possibilità

È possibile impartire strumenti, ad esempio con l’aiuto di numerosi allenamenti, per apportare miglioramenti: quando gli atleti di successo vengono messi alla prova, si rendono conto che la loro partecipazione ad altri sport ha dato loro un vantaggio, hanno ricevuto “strumenti di guerra” che altri non ce l’hanno. E da qui puoi passare ad un punto più generale: in qualsiasi ambito lavorativo avere esperienza anche in altre professioni, ha un grande vantaggio. Ad esempio, un investitore che è stato anche amministratore delegato conoscerà meglio i dettagli del business: noi abbiamo sempre una storia in testa, su tutto, una sorta di premessa di base, qual è la premessa di base che ci accompagna e non lo fa permetteteci di vedere altri presupposti di base? “Se faccio quello che ha fatto lei, avrò successo.” “Lo zucchero della frutta è salutare.” Per poter capire cos’è il libero pensiero, è necessario cancellare i vostri presupposti di base e ricostruirli. chiedere “come fai a saperlo?” per arrivare finalmente alla domanda se tutto si basa su un errore o su una cosa reale. La conoscenza matematica e la statistica aiutano perché aiutano a sviluppare il pensiero basato sui dati piuttosto che il “sentimento”.

Il Progetto Pensiero Libero ha un punto di vista che spesso è contrario alla credenza popolare, forse perché il pensiero libero si basa sulla logica, sui fatti, sul cambiamento di mentalità e sulle opportunità. Come regola generale, è difficile per noi accettare fatti che contraddicono la nostra visione del mondo su qualsiasi argomento, anche il più ovvio. Siamo mentalmente pigri nel nostro DNA, quindi probabilmente preferiamo rimanere nella nostra zona di comfort, senza approfondire la ricerca.

Una persona che pensa liberamente è una persona che modella le proprie idee e opinioni e si basa su fatti che sono “autoevidenti”, cioè che si dimostrano. Il pensiero è come camminare – chi cammina in una direzione più lunga vede più posti nuovi, indipendentemente dall’intelligenza o dalla saggezza, è semplicemente questione di tempo – cammina fisicamente e cammina mentalmente e vedrai posti nuovi. Il progetto Pensiero Libero ha tutte le potenzialità informazioni che ho accumulato negli ultimi anni insieme a suggerimenti per migliorare il livello La vita di tutti coloro che ora stanno leggendo questo testo. La mia conoscenza si basa sulla ricerca e sui libri che ho letto uniti all’esperienza personale e ovviamente al libero pensiero. L’obiettivo del progetto è rendere le informazioni accessibili a tutti e sviluppare in voi il libero pensiero, perché solo così, e non attraverso la tecnologia, possiamo fare del bene.

Nel progetto Pensiero Libero incoraggio il pensiero aperto, critico e di ricerca, eppure, con il giusto grado di modestia, è pur sempre una visione e un guardare le cose attraverso i miei occhi e la mia esperienza personale. Per me è chiaro che noi, come esseri umani, siamo diversi gli uni dagli altri in molti modi e non c’è uniformità o compatibilità al cento per cento in tutte le idee qui presentate. Ma prova durante la lettura a sfidare te stesso e a verificare onestamente e nonostante la resistenza che alcune Scritture potrebbero suscitare in te, ad approfondire, porre domande e dubitare finché non raggiungi la tua verità.

Un punto importante per comprendere il libero pensiero: “Solo perché tutti fanno qualcosa, non significa che sia la cosa giusta”.

Il pensiero indipendente deve essere esercitato riguardo a ogni argomento nel mondo. E come uno scienziato o un ricercatore mette in dubbio tutto ciò che ti viene detto non è vero, e poi cerca di scoprire che forse in realtà mi sbaglio, e questo è vero.

La mancanza di libertà di pensiero non deriva da una mancanza di saggezza, ma solo da una mancanza di pratica, e può contraddire qualsiasi presupposto accettato. Conosciamo bene alcuni di questi presupposti: “Quando fuori fa freddo, puoi prendere un raffreddore”, dobbiamo imparare a giocare perché giocare sviluppa e arricchisce le nostre capacità. Come si sviluppa il libero pensiero?

Come sviluppare il libero pensiero

Per sviluppare il libero pensiero, bisogna prima accettare l’idea che anche i presupposti considerati verità assoluta possono essere indeboliti e modificati. Pensavamo che lo zucchero fosse salutare, che il mondo fosse piatto, che le donne fossero streghe che terrorizzano il mondo. Oggi viene da ridere anche solo a pensarci, ma una volta queste erano verità che non si mettevano affatto in discussione, e se si usciva in mare con la barca, dovevi stare molto attento a non cadere in capo al mondo la testa del povero Atlante. Pertanto, molte volte è necessario capire perché una certa cosa è vera o falsa, da dove proviene l’informazione, chi l’ha trasmessa e come è arrivato a questa conclusione. Di solito c’è una ragione o una legge (l’una o l’altra legge della fisica) che aiuta a sapere se ciò che si sta testando è corretto o meno.

Esempio: è possibile trasmettere una trasmissione immediatamente? Risposta: No, perché è impossibile superare la velocità della luce. La legge che ci aiuta è la legge che limita la velocità della luce.

Un altro modo per sviluppare e allenare il libero pensiero è leggere libri teorici , dove puoi trovare molte teorie interessanti e un’ampia varietà di ipotesi. Il punto chiave per superare i confini dei pensieri non indipendenti a cui siamo abituati è raggiungere comprensioni di base che siano corrette, vere e basate su dati fattuali.

Il punto è che le nostre opinioni su molti argomenti si basano su altri presupposti di base che abbiamo accumulato da bambini e adolescenti e da azioni che abbiamo compiuto nei primi anni della nostra vita.

Quando, ad esempio, chiediamo a un architetto di progettare per noi una grande casa, partiamo dal presupposto che una grande casa è una buona cosa e può fornirci una migliore qualità della vita. Sono cose che molti di noi hanno sentito da bambini, a casa dei nostri genitori o in altri posti. Su cosa si basa effettivamente questa premessa? E come è diventato un dato di fatto per molte persone? Possono le dicerie fornirci una base sicura su cui esprimere le opinioni significative che avremo da adulti? Io sostengo di no. Una casa grande, ad esempio, richiede più pulizia e manutenzione e ha una maggiore “impronta ambientale”. “La natura mi rende felice” è sicuramente un presupposto sicuro. “La mia privacy è importante per me”, è un presupposto sicuro. Con l’aiuto del libero pensiero, capisco che ciò che è veramente importante per me è stare vicino alla natura a casa, sentire il vento che entra e avere privacy. Dopo aver analizzato i fatti con l’aiuto del libero pensiero, sono giunto alla conclusione che ovviamente posso avere queste cose anche in una piccola casa. Per me non è necessario vivere in una casa grande. Questa è la mia raccolta di ipotesi su quale sia la casa giusta per me. Per qualcun altro le condizioni saranno diverse. Ciò che è importante è restare fedeli alla tua verità, e questa verità si basa su tante piccole verità che hai confermato lungo il percorso e che sono vere per te.

Eppure, con il libero pensiero, puoi contraddire tutto.

Herzl aveva qualcosa da dire sul libero pensiero

Herzl, secondo me, è stato uno dei più grandi liberi pensatori. Ha sognato e scritto del suo sogno. Ma più che sognare, scriveva e recitava. Nel suo libro “Altneuland” ha formulato in modo un po’ aggressivo e non esattamente politicamente corretto per i nostri tempi le convinzioni errate con cui siamo cresciuti: “La folla umana si nutre di pregiudizi dalla culla alla tomba, e quindi, poiché non possiamo abolire i pregiudizi, dobbiamo dobbiamo conquistarli da soli.”

Come tutti gli altri, non aveva ragione al 100%, perché in realtà siamo tutti cresciuti con convinzioni errate, non solo la folla. A proposito del libero pensiero, Herzl scriveva: “Ma attenzione: tutto ciò che avete piantato in questo luogo sarà inutile e appassirà, se in esso non fioriscono la libertà di pensiero e di espressione, la generosità e l’amore per l’umanità. Dovete coltivare tutte queste cose e permettere loro di crescere e prosperare tra voi” e più tardi: “Questa è la libertà, grazie alla quale diventiamo veri esseri umani”.

Sapere è potere

Francis Bacon (1561-1626) è stato un filosofo, statista e scienziato inglese che coniò il detto “La conoscenza è potere” nella sua opera più importante “Meditationes Sacrae”.

Il detto “la conoscenza è potere” sottolinea l’importanza di acquisire conoscenza e come questa possa conferire potere a individui e aziende. Acquisire conoscenza consente di comprendere meglio il mondo, prendere decisioni informate e trovare soluzioni ai problemi. La frase sottolinea anche il potenziale della conoscenza da utilizzare come strumento di controllo, sia in termini di autocontrollo che nel contesto di influenzare gli altri.

Ai tempi di Bacon questa affermazione era rivoluzionaria poiché sfidava la tradizionale dipendenza dall’autorità e incoraggiava le persone a cercare la conoscenza attraverso l’osservazione, la sperimentazione e il pensiero critico. L’enfasi sul metodo scientifico e sul valore dell’evidenza empirica ha fortemente influenzato lo sviluppo della scienza moderna e la ricerca della conoscenza in varie discipline.

Il libero pensiero è un metodo mentale piuttosto che scientifico per raggiungere intuizioni.

Il viaggio di Socrate

Yeshayahu Leibovitz (1903-1994) è stato un intellettuale, scienziato e filosofo israeliano ed era noto per le sue opinioni controverse e stimolanti su una varietà di argomenti, tra cui religione, politica ed etica. Era un critico schietto delle politiche di Israele e un appassionato sostenitore della separazione tra religione e Stato.

Leibovitz non si riferiva esplicitamente al concetto di “libero pensiero” come altri filosofi, ma alcune delle sue opinioni possono essere collegate a questo concetto. In generale, enfatizza il pensiero critico, l’indipendenza intellettuale e la responsabilità personale. Sosteneva che le persone dovrebbero pensare con la propria testa e non seguire ciecamente l’autorità o la tradizione.

Leibovitz criticava il dogmatismo religioso e metteva in guardia dal trasformare la religione in un’ideologia. Credeva che le pratiche religiose dovessero concentrarsi sull’adorazione di Dio e non essere usate come mezzo per raggiungere obiettivi politici, nazionali o personali. Ha inoltre sostenuto che è compito dell’individuo mettere in discussione le autorità religiose e sfidarle quando necessario, sottolineando l’importanza dell’autonomia intellettuale e dello scetticismo.

Socrate (399-470 a.C. circa) era un filosofo greco antico. Socrate è noto per il suo metodo socratico che prevede di porre domande per stimolare il pensiero critico e rivelare contraddizioni nelle sue convinzioni. Ha sottolineato l’importanza di cercare la verità e la saggezza attraverso le domande e il dialogo.

Socrate era noto per il suo metodo di indagine dialettico in cui interrogava le persone per aiutarle a comprendere idee complesse. Questo approccio spesso portava a situazioni divertenti.

Si dice che un giorno Socrate stesse passeggiando per il mercato ateniese quando incontrò un gruppo di giovani che discutevano sul concetto di libero pensiero. Socrate, incuriosito, decise di unirsi alla conversazione.

I giovani hanno discusso se sia meglio seguire le norme della società o pensare in modo indipendente. Uno di loro, di nome Toptus, sosteneva che il libero pensiero è essenziale per il progresso della società. Un altro, di nome Critone, insisteva sul fatto che l’adesione alle norme sociali era essenziale per mantenere l’ordine e la stabilità.

Socrate, con la sua arguzia e curiosità, pose una domanda ai giovani: “Potete dirmi la differenza tra un libero pensatore e qualcuno che è semplicemente confuso?”

I giovani, ansiosi di mostrare le loro conoscenze, iniziarono un vivace dibattito. Tufts sostiene che un libero pensatore è qualcuno che mette in discussione lo status quo e non ha paura di esplorare nuove idee. Critone ha ribattuto che una persona confusa metterà in discussione anche le convinzioni consolidate, ma lo farà senza alcuna direzione o scopo chiaro.

Socrate ascoltò attentamente. Quando i giovani ebbero esaurito le loro argomentazioni, parlò. “Entrambi avete punti validi”, ha detto. “Tuttavia, vorrei suggerire che un vero libero pensatore è colui che non solo mette in discussione lo status quo, ma cerca di avvicinarsi il più possibile alla verità e di trarre profitto dalla verità, la verità non può essere conosciuta con certezza. Senza profitto non c’è libero pensiero. Al contrario, una persona confusa pone domande senza alcuna reale comprensione o analisi dei concetti che sta mettendo in discussione.’

I giovani furono sorpresi dalla saggezza delle parole di Socrate. Capirono che l’arte del libero pensiero richiedeva qualcosa di più del semplice fare domande; Richiede un profitto e una scommessa. Richiede anche una comprensione più profonda e la capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni. Richiede scommettere sulla verità. La maggior parte di ciò che è “fattuale” può anche essere confutato o è una scommessa sulla cosa più vicina alla verità. Una volta era un dato di fatto che il mondo fosse piatto e che le verdure fossero sane. L’idea di scommettere sulla verità da tutti i dati che hai è un pensiero libero, il profitto è necessario perché altrimenti sei solo un pensatore. Il profitto crea una connessione con la realtà.

Ovviamente ho inventato la storia solo per sottolineare un punto. ti è piaciuto

Cose che si possono comprendere con l’aiuto del libero pensiero

  • Nella ricerca della bellezza, si può sostenere che l’obiettivo finale dell’umanità è raggiungere la perfezione estetica.
  • In Israele la radice del problema è il sistema elettorale e il governo, non il popolo stesso. Un solido investimento per il futuro è l’istruzione che comprende varie forme come l’apprendimento infantile e il mondo accademico.
  • Gli oli vegetali sono stati identificati come un fattore che contribuisce all’epidemia di obesità, rendendoli una scelta sbagliata per uno stile di vita sano.
  • È importante mettere in discussione le informazioni che provengono dai social network, dai tabloid e da alcune persone, poiché molte di esse si basano su presupposti errati e dovrebbero essere trattate come l’opinione dell’autore.
  • La necessità che le scarpe da corsa assorbano gli urti non è così importante come si pensava; Invece, il vero problema può essere il modo in cui agiamo.
  • La lettura favorisce l’intelligenza nei bambini, rendendola un’attività preziosa da promuovere.
  • Anche se può sembrare controintuitivo, le piante hanno vari meccanismi che possono essere interpretati come un tentativo di “ucciderci” o di scoraggiarci.
  • Gli ingegneri sono tra i professionisti più pagati al mondo e si prevede che questa tendenza continui. La ricerca incessante della tecnologia potrebbe non portarci al futuro desiderato, poiché contribuisce alla distruzione dell’ambiente. Invece, adottare un approccio antitecnologico e concentrarsi sui processi naturali può essere un approccio più sostenibile.
  • Sebbene i medici abbiano le competenze necessarie per trattare problemi critici e salvare vite umane, la loro formazione spesso non si concentra sull’identificazione delle cause profonde dei problemi. Molti problemi complessi possono avere soluzioni semplici se osservati da vicino.
  • Combinando le forze della natura e della tecnologia, la prosperità può essere garantita a tutti. Tuttavia, ciò richiede un cambiamento fondamentale nella mentalità verso il pensiero naturale, lavorando in armonia con la natura e non contro di essa. La natura non ha bisogno del nostro intervento, ma dobbiamo abbracciarla e imparare dalla sua saggezza in settori quali l’allevamento degli animali, la protezione dell’ambiente e l’alimentazione naturale.

I 6 strumenti per pensare liberamente

I seguenti strumenti ti aiuteranno a pensare liberamente e a guadagnare quando c’è un’opportunità. Tieni presente che la maggior parte delle volte non vi è alcuna opportunità di profitto. Il profitto può essere finanziario, fisico, spirituale o anche quando tuo figlio ha segnato un gol. Quello che devi sapere è che ci vuole tempo per padroneggiare il libero pensiero, è come suonare il pianoforte. Devi praticarlo, non puoi semplicemente leggerlo e aspettarti che la magia avvenga.

Strumento 1: logica

Hai la tua logica, ti definisce. È diverso per ognuno e crea per loro una realtà diversa. Devi usare la tua logica per pensare liberamente, altrimenti non sei veramente libero. Quando si attiva il “pensiero libero”, alla fine la logica collega tutti i principi e dovrebbe dare una risposta. Abituati a farti domande alle quali non esiste una risposta chiara: “Perché ci sono persone che sorridono?” o “Perché le persone scaricano sempre la colpa sugli altri e non si assumono la responsabilità?”

Logicamente, combineremo i riferimenti incrociati, se hai ricevuto conferma da più posti per il tuo reclamo o decisione, questo aumenta notevolmente la probabilità che tu abbia ragione.

Strumento 2: l’osservazione

Nel 1830, Charles Darwin viaggiò sulla HMS Beagle come naturalista. Il suo viaggio lo ha portato in molti ambienti diversi, comprese le uniche Isole Galapagos. Lì osservò specie affini ma distinte, come tartarughe e fringuelli, ciascuna adattata alla sua particolare isola. Incuriosito dalle variazioni, ha imparato di più sulle diverse specie e sui loro ambienti domestici. Queste osservazioni lo portarono a proporre la teoria della selezione naturale secondo cui le specie si evolvono nel corso delle generazioni attraverso adattamenti benefici per la sopravvivenza. Pertanto, le acute capacità di osservazione di Darwin hanno svolto un ruolo centrale nel plasmare la sua comprensione dell’evoluzione.

Darwin è stato uno dei più grandi liberi pensatori di sempre. Questa è la legge più importante del libero pensiero: i tuoi sensi dovrebbero fornire gli indizi per la prossima caccia. Il senso della vista è il più critico, non solo una parte enorme del nostro cervello è impegnata a decifrare ciò che vediamo. La bellezza dell’osservazione è che spesso è unica per te, e ciò che vedrai con i tuoi occhi è l’inizio della soluzione.

è la tua esperienza personale con la domanda o il problema. Usalo e tutte le informazioni assorbite dagli altri sensi.

Strumento 3: i dati

A differenza del campo della scienza in cui si fanno i calcoli e si arriva a una conclusione, nei dati e nelle informazioni ci si basa sui calcoli e sulle soluzioni degli altri.

La base del libero pensiero è la conoscenza e le intuizioni provenienti da molti campi che non sono necessariamente correlati tra loro. L’unico modo per raccogliere informazioni è leggere libri e giornali. A volte la soluzione a una domanda importante si trova in un articolo di giornale letto 9 anni fa. La storia è informazione. Ciò che è stato, spesso è ciò che sarà. Ciò che ha funzionato bene per gli esseri umani nel corso della storia umana spesso andrà bene anche per noi. Tuttavia, è importante dare peso alla fonte delle informazioni. La credibilità di un articolo e voilà! Diverso da quello della ricerca scientifica di Stanford.

Strumento 4: il fornitore

Lascia sempre spazio ai dubbi, anche se la tua voce interiore ti ha già spinto in una certa direzione, qualcosa come “È evidente che è un ladro”.

Dubita anche del tuo intuito o della prima risposta che ti dà il cervello. Il nostro cervello è pigro, quindi il nostro pensiero è pigro, non sempre controlla tutto fino in fondo, il cervello non ha la forza di pensare sempre a tutto, quindi tira fuori delle risposte.

Dubita finché non raggiungi la tua verità, non quella degli altri, la tua!

Il fatto che ci sia scritto qualcosa in qualche cassa sanitaria o che un professore abbia detto qualcosa, non significa nulla senza che tu ci pensi liberamente.

Sì, anche nelle cose che dico. Controlla cosa funziona per te e cosa no.

Sì, tutti a volte commettono errori, nuotare contro corrente non significa affogare nel fiume. A volte tutti hanno torto e tu hai ragione.

Strumento 5 – pensare a un bambino

I bambini piccoli pensano che tutto sia possibile e non hanno paura di immaginarlo. Tratta le cose a cui pensi in questo modo.

Nel libero pensiero è fondamentale permetterci di pensare a tutto, non solo all’area in cui ci sentiamo a nostro agio. Cioè, se fino ad ora pensavamo ai domini da 0 a 10, aumentiamo le nostre opzioni fino a 100.

Supponiamo di pensare agli ingorghi in Israele, allora ci limiteremo a pensare alla soluzione di aggiungere corsie. Prova a pensare ad altri metodi provenienti da altri paesi o altri campi. Magari limitare anche l’ingresso delle auto nelle città. Questo è solo un esempio, ovviamente, di come aprire la mente.

Strumento 6 – livelli – dal generale all’individuale e ritorno

Salta dal particolare al generale e viceversa quando possibile. E sì, cerca sempre di trovare una legge più alta.

Se soffro di mal di pancia quando mangio glutine, e non ho una sensibilità comprovata, c’è un’alta probabilità che io non sia l’unica persona al mondo sensibile al glutine senza essere considerata celiaca, e da qui potrai ritorno alla regola: tutti sono sensibili al glutine. Ma questo necessita di ulteriori approfondimenti, e in realtà in questa ricerca probabilmente sei il primo a cercare di capire “Sono tutti sensibili al glutine?”

A volte un caso privato ci aiuta con una scommessa a trovare una regola più alta. Ad esempio, quando vediamo una persona senza denti che fuma farmaci, possiamo supporre che il fumo causi la perdita dei denti a causa della mancanza di minerali. È infatti pericoloso saltare dal particolare al generale, ma è anche molto proficuo, perché quando usiamo l’osservazione ci sono cose che solo noi vediamo e quindi il profitto è solo nostro.

Questa parte comprende anche una legge di un altro luogo che si applica a un caso privato. Ad esempio, secondo la legge dell’entropia, l’universo va nella direzione del disordine ed è necessario investire energia per ripristinare l’ordine. Allo stesso modo, non ci vuole energia per mettere in disordine la casa, ma ce ne vuole tanta per rimetterla in ordine. Questi salti di livello prendendo “frame” per casi privati sono davvero utili.

In questa parte è necessario imparare a separare il sintomo dal problema. Quando lasci l’attenzione sul sintomo, arrivi alla radice del problema.

Ti fa male la schiena? Non è a causa della sedia su cui sei seduto. Hai avuto una ferita? Soffri di insonnia? Non cercare una ragione immediata. Fare un’indagine approfondita sulla causa.

Strumento 7 – Scienza

Lo strumento scientifico si riferisce all’uso della matematica, della fisica, della chimica, della probabilità e della biologia a un livello in cui puoi pensare da solo se la domanda ha senso. Con i tuoi calcoli e la tua comprensione giungerai a una decisione se la scienza è vera con sufficiente probabilità.

Se è possibile, bisognerebbe sempre ritornare alla scienza. La scienza spesso ci dà determinate risposte e con determinate risposte possiamo andare avanti nella ricerca di una risposta. Ad esempio, sulla questione se lo zucchero sia salutare per noi, la scienza spiega molto bene perché lo zucchero puro non fa bene alla maggior parte dei sistemi del corpo.

Probabilità e calcolo ti aiuteranno a pensare liberamente per ottenere la probabilità dei risultati. Il libero pensiero utilizza strumenti probabilistici per ottenere il massimo profitto con il minimo sforzo. È molto difficile arrivare alla verità assoluta al 100%, ma a volte è sufficiente l’80%. Ad esempio: la carne rossa è adatta all’uomo? Non esiste una risposta chiara qui, ma esiste una risposta su cui vale la pena scommettere. Se la maggioranza assoluta degli ingegneri laureati al Technion guadagnerà 50.000 NIS al mese entro due anni dalla laurea, rispetto ai laureati in ingegneria delle università, è meglio studiare al Technion, non è sicuro, ma ci si avvicina. È importante capire che, anche se alla fine il risultato non è stato buono, la decisione è stata giusta.

La conoscenza dell’aritmetica è uno strumento importante per il libero pensiero. Il pensiero matematico non mescola le opinioni, quindi è uno strumento meraviglioso che aiuta a remare il più vicino possibile alla verità. Comprendere la matematica è come una seconda intelligenza, quando unisci informazioni e modelli alla matematica ottieni una verità fondamentale che aiuta a decifrare la realtà. Alla fine, tutti questi strumenti sono pensati per aiutarci a comprendere la realtà e a prevederla con un po’ di anticipo, almeno più degli altri. Il tuo vantaggio deriva dal “correre” più degli altri e non necessariamente dalla velocità del “correre”. Prendi buone decisioni combinando informazioni, matematica e logica, e questo è esattamente il libero pensiero. Ho fondato Plus500 sulla base di una semplice equazione che presuppone che il trading a breve termine sia casuale, e quindi l’aspettativa di 0 all’infinito rimane 0. Abbiamo imparato qualcosa di simile al Technion. Avevo un piccolo vantaggio rispetto agli altri e l’ho usato (e con l’aiuto dello strumento n. 5) per avviare un’azienda con partner straordinari.

Da questo strumento deriva l’interesse composto. Questa è una legge universale che si applica non solo agli investimenti, è una delle meraviglie del mondo e nell’istruzione è uno degli strumenti più critici. Quando investi ciò che hai imparato, cioè l ‘”interesse”, nella vita, l’aumento delle capacità è enorme. Un esempio tratto dall’economia: un investimento di 10.000 NIS per 25 anni con un interesse annuo del 10% produrrà 110.000 NIS. Sono 11 volte i soldi. Un esempio in una carriera: quando ogni giorno impari qualcosa di nuovo sulla conoscenza, sull’autolettura, su un corso, sugli studi accademici (o in qualsiasi altro modo) si aprono innumerevoli possibilità di applicazione basate sulle nuove conoscenze che abbiamo acquisito. Chi non studia, resterà sempre dove si è fermato… è infatti un disinteresse allo studio che può generare un enorme profitto. Reinvesti ciò che hai imparato per migliorare le capacità, questo è ciò che fanno le persone intelligenti e di successo.

Quando ci sono due fonti di informazione che ti danno l’opportunità di pensare liberamente, aumenta la probabilità.

Diciamo che nella domanda “Le persone oggi sono più felici delle persone nelle tribù?” cercheremo qualcosa di abbastanza vicino alle tribù, ad esempio: “Le persone nel villaggio sono più felici delle persone in città?” E lo incroceremo con un film sulla natura che ho visto dove i membri della tribù continuavano a ridere. Questo è un esempio di incrocio di informazioni tra la ricerca e ciò che ho visto con i miei occhi. Quindi, se la risposta è negativa, vale la pena porre una domanda più ampia: “Perché le persone nelle tribù erano più felici di oggi?” Salire di livello porta risposte molto interessanti.

Strumento 8: incorniciare

“Inquadrare” significa esaminare informazioni storiche, ma riguardo un processo che ricordi. Inquadra la realtà e trasferisci i fotogrammi tra i campi. I frame sono qualcosa che inquadri dalla scienza o dalle informazioni che hai accumulato. Il trucco è sapere cosa è importante e cosa lo è meno.

In ogni campo ci sono modelli nel nostro cervello, modelli pronti ad affrontare rapidamente situazioni simili che definiscono la realtà. Esistono migliaia di modelli simili per una rapida comprensione di ciò che vedi. Ad esempio, vedi qualcuno che sorride davanti a te e ti senti subito meno minacciato: questo è un modello mentale! Non abbiamo abbastanza tempo per specializzarci in tutti i campi e per definire e comprendere molti modelli, quindi l’idea è quella di pensare a modelli esistenti in diversi campi e testarli su nuovi modelli che vogliamo promuovere. Esempio: a molte donne piace il trucco. Ma forse sono più belli senza trucco? Allo stesso modo – forse i giardini pubblici curati sarebbero più belli se fossero naturali? Questo è un semplice trasferimento del modello. Un buon libro sull’argomento .

Spostare un modello mentale > paese > società > essere umano:

Proprio come un’impresa deve adattarsi ai cambiamenti del tempo per sopravvivere per molti anni (secondo il libro di Jim Collins – Building Companies to last – Jim Collins), questo modello può essere portato anche nel paese: i paesi hanno bisogno ricercare e adattare il proprio sistema di governance affinché prosperi per molti anni. E per gli esseri umani, per prosperare dobbiamo cambiare e adattare le nostre opinioni e le nostre azioni alla realtà e alle nuove informazioni.

Il libero pensiero fornisce gran parte delle sue soluzioni attraverso il trasferimento di modelli, quadri e il loro adattamento.

Un esempio di tale modello può essere trovato nell’attività delle tribù lontane dalla modernizzazione. In natura l’uomo era senza scarpe. Quindi lo inquadri sul modello “I nostri piedi sono stati costruiti per camminare a piedi nudi, e questo ha dei significati”, e poi quando guardi le scarpe, inserisci l’inquadratura di cui sopra e ti rendi conto che le scarpe minimaliste che simulano il camminare a piedi nudi sono ciò di cui una persona ha bisogno.

Il principio di Pareto (regola 80/20) è un modello mentale che suggerisce che circa l’80% dei risultati deriva dal 20% delle cause. Questo principio può essere applicato a diversi campi, come la gestione del tempo (concentrandosi sulle attività di maggior impatto), le vendite (concentrandosi sui clienti più redditizi) o lo sviluppo di software (correggendo i bug più critici).

Utilità

la domanda

Io e un caro amico stavamo camminando in salita e dal nulla gli ho chiesto “Dimmi, quando vai in salita ti spingi con le punte dei piedi?”, volevo sapere qual è il modo corretto di camminare con il piede.

Quindi, come nell’esempio precedente, “Sono tutti sensibili al glutine?” – quando fai una domanda molto rara e probabilmente sei l’unico a fartela – ci sono buone probabilità che tu sia nella giusta direzione. Non poche volte mi capita di fare domande, a me stesso o ad altri, che non credo siano mai state poste.

opposto

A volte le informazioni mancanti possono essere risolte dall’inversione.

Alla domanda: gli è mai mancato il pane?

La risposta sta nel capovolgimento della mitzvah, nel non mangiare lievito a Pesach. Se ci fosse il divieto di mangiare il chametz, che è lievitato, si potrebbe concludere che per il resto del tempo si mangiasse pane lievitato. E così abbiamo ottenuto una risposta opposta.

Anche nella domanda “Perché la maggior parte delle persone non fa sport?” La domanda a cui è più facile rispondere è “Perché le persone fanno sport?” Molte volte devi solo “invertire” per arrivare alla domanda “Perché la maggior parte delle persone non fa sport?” risposta corretta. Ricordalo di solito, probabilmente.

Scommesse

A volte bisogna lanciarsi in una scommessa mentale perché non c’è certezza.

Quando la tua scommessa ha buone probabilità di successo, scommetti per provare a raggiungere la risposta. A volte siamo bloccati e dobbiamo scommettere un po’. È importante scommettere in modo intelligente.

conclusioni provvisorie

Proprio come per risolvere un lungo problema di matematica, ci sono calcoli intermedi. Esattamente lo stesso con una conclusione provvisoria. Ci aiuta a raggiungere la risposta finale.

Applicazione degli strumenti con esempi

In tutti gli esempi vedrai che il libero pensiero scorre da un posto all’altro fino a raggiungere la risposta più corretta, non al 100% ma ad un’alta percentuale. Proprio come ChatGPT che ripete parola dopo parola e non l’intera frase – è proprio così che pensiamo, cercando di pensare alla parola successiva o al pensiero successivo, allo stesso modo un pensiero libero non salta, ma viaggia di stazione in stazione. Ognuno ha una logica diversa e un modo diverso, ma credo che la maggior parte dei risultati saranno vicini.

Come migliorare il livello del calcio?

Quando si guarda ai paesi che riescono a crescere buoni giocatori, pochi cittadini capiscono che ciò che realmente è importante è dare ai bambini una buona opportunità di allenarsi. Cioè, è l’inquadramento di un’intuizione generale che ho messo nel calcio, “l’allenamento produce abilità”. Nel calcio è un po’ più complesso perché serve anche libertà di azione per provare cose nuove. Noi infatti non solo miglioriamo il livello del calcio, ma facciamo anche divertire i bambini con i campi vicino casa e li alleniamo, che è una specie di gioco di quartiere, che è il più divertente. Il profitto qui è enorme, anche il bambino si diverte e producono buoni giocatori.

La cosa più importante che è scomparsa dal mondo negli ultimi anni a causa di Internet e dell’isolamento, sono i giochi di quartiere. È facile vedere che nei paesi e nei quartieri dove i bambini giocano con gli amici fuori, crescono buoni giocatori. Pertanto, dovrebbero essere create opportunità proattive per tali giochi lasciando che i bambini giochino come nel quartiere, in allenamento senza allenatore, simulerà la libertà che esiste nel quartiere.

Naturalmente, un’altra cosa che può aiutare è assicurarsi che ci siano campi da calcio vicino alle case. La comodità di giocare lì farà riempire i campi. Questo è quello che abbiamo fatto dove vivo, abbiamo costruito un campo ed è ovviamente pieno di bambini e adulti che giocano a calcio, basket e tennis.

Se vuoi scendere di un altro livello, capisci che più il bambino è piccolo, più bambini devi giocare, e molti allenatori sono colpevoli di questo, e a 7 anni permettono che si giochi una partita 7 contro 7 . A 7 anni basterà giocare ad esempio 3 contro 3 per vedere a chi passare e non ci sarà un “mucchio di bambini” sulla palla.

Esiste una strada giusta da percorrere?

Cominciamo con un’osservazione

Ognuno per strada cammina in modo diverso dall’altro, e si vede che con gli anni il modo di camminare cambia. Questa è un’osservazione molto interessante, e non l’ho vista negli studi, l’ho vista solo con i miei occhi. Questa si chiama osservazione del libero pensiero.

Tira fuori una domanda

Adesso tiro fuori uno strumento da una domanda: “Gli esseri umani devono camminare allo stesso modo o ognuno ha il proprio cammino?”

Questa è una buona domanda perché la risposta ci spiegherà con certezza se la maggior parte delle persone sta andando nella direzione sbagliata, perché se c’è una strada da percorrere e ognuno va in modo diverso, allora è certo che la maggioranza ha torto.

Alla ricerca di una risposta

La risposta alla domanda viene dal mio ragionamento con alcuni schemi tratti dagli strumenti della scienza, il che significa che utilizzo tre strumenti contemporaneamente per cercare di ottenere una risposta. Le nostre articolazioni sono state costruite e adattate nel corso di milioni di anni di evoluzione. Camminare è quasi la cosa più comune che gli esseri umani abbiano mai fatto, quindi ci sono buone probabilità che abbia ricevuto un’enfasi evolutiva. La meccanica delle articolazioni si basa su presupposti fisici del movimento, molto probabilmente esiste una forma specifica di camminata alla quale siamo adattati. Se camminiamo in modo inappropriato, non ci feriremo subito, ma è probabile che l’articolazione non sia costruita per questo e alla fine ci feriremo e causeremo danni alle articolazioni.

Ma non ci affideremo solo alla scienza, controlleremo cosa succede agli altri animali durante la passeggiata, ovvero cercare di alzare di livello, controllare tutti gli animali e non solo gli esseri umani che sono una tipologia di animali. E qui c’è una bella crepa perché si vede con certezza che tutti gli animali di una certa specie camminano allo stesso modo; Cani, zebre, scimpanzé e simili vanno allo stesso modo. Ora utilizzeremo di nuovo l’osservazione e osserveremo anche i popoli indigeni dei film sulla natura, sono davvero simili nel loro modo di camminare. La differenza c’è ma è veramente piccola.

Cioè, la differenza nel camminare è solo negli esseri umani moderni, quindi si può presumere che tutti dovremmo camminare in un certo modo, ma non lo facciamo.

Donna immaginaria sui tacchi alti

Applicando la logica alle varie osservazioni, ci si rende conto che gli animali non hanno scarpe e che i popoli tribali le hanno, se non addirittura, scarpe molto basse.

Quando immagino una donna che cammina con i tacchi alti vedo subito come cambia la sua camminata, è un’osservazione immaginaria, si scopre che esiste anche uno strumento del genere, ora ho scoperto che è bello usarlo anche io.

Quindi ha molto senso dare qui una conclusione intermedia sul fatto che si tratta di uno “strumento” importante nel libero pensiero. Le conclusioni intermedie sono che le scarpe cambiano la nostra andatura.

In effetti, so che le misure delle scarpe cambiano costantemente, e nel corso degli anni ad esse sono stati aggiunti i palloncini, ci sono anche scarpe strette e ogni sorta di altre cose che supportano questa affermazione.

Perché una persona cammina in un certo modo?

Una persona cammina in un certo modo grazie alle scarpe, ma non solo. Durante l’osservazione ho visto che i bambini spesso camminano dai genitori, ed è possibile supporre e scommettere che, come le risate, anche il camminare è influenzato dall’ambiente (dall’osservazione dei genitori) e meno dai giardini. Potrebbe essere testato su gemelli identici cresciuti in case diverse, ma non ho trovato nessuno studio del genere, quindi scommetto che fa parte di uno strumento di libero pensiero. Ricordo di aver chiesto a un amico: “Come fai a camminare e stare così dritto?” Lui rispose: “Anche mio padre cammina dritto e sta dritto”.

Siamo giunti ad una conclusione provvisoria che la forma del camminare cambia di generazione in generazione perché ogni generazione vede i suoi genitori camminare in modo leggermente diverso da come dovrebbero e anche perché le scarpe cambiano la nostra camminata.

Aspettami, arrivo a piedi nudi!

Quindi la risposta alla domanda è che esiste una strada giusta da percorrere, e la maggior parte non la percorre.

Ora non resta che trovare il modo giusto di camminare, e probabilmente prevenire milioni di problemi legati alla camminata scorretta. Sì, tutti commettono errori, ma otterremo un grande profitto con un piccolo sforzo. Probabilmente migliaia di medici risolvono un sintomo e non il problema che è il modo di camminare.

Osservando e utilizzando la cornice “bellezza”, comprendiamo che le modelle camminano in un modo che ci appare bello perché è eretto e irradia salute. Ho formulato la seguente idea “ciò che trasmette bellezza molte volte è la forma giusta” e l’ho applicata al camminare. Diritto è bello, piegato è brutto. Stare in piedi è sano, piegato non è sano, non è una cosa che si impara, un bambino di due anni sa dire cosa è bello e cosa non lo è. È il nostro istinto capire chi è sano e chi è malato. Denti bianchi e neri nella stessa cornice.

Quando guardi anche le tribù che camminano, noti che spesso camminano con piccoli passi molto eretti con le gambe dritte e il corpo non piegato in avanti, come molte persone che camminano, corrono e stanno in piedi, trasmette direttamente qualcosa di non bello, e quindi probabilmente neanche sano. E infatti si vede che con gli anni le persone tendono a piegarsi, anche a causa del cibo, ma anche per il modo di camminare, sedersi e stare in piedi.

E il nostro profitto da questo, che in realtà è uno sforzo minimo per il massimo profitto, è camminare eretti e tesi con scarpe minime e persino a piedi nudi. E il profitto aggiuntivo sarà quando capiremo molte più cose da qui, e potremo anche trarne profitto…

È necessario aggiungere sale?

Sale negli occhi

Cominciamo con un’osservazione, in molti alimenti aggiungiamo il sale manualmente oppure il produttore ha aggiunto sale. Nell’osservazione ho notato che quando sono abituato a mangiare senza sale, non mi dà fastidio. Ma quando sono abituato ad aggiungere sale, mi dà fastidio che non ci sia sale aggiunto. Inoltre ho notato che quando mangio cibi salati, come la carne, mi viene sete e bevo almeno un litro d’acqua. Inoltre avverto una strana sensazione, non particolarmente piacevole, dopo cibi molto salati.

Partiamo dal dubbio, dubito fortemente che sia necessario aggiungere sale a qualsiasi alimento, anche se lo fanno tutti.

Dalla mia osservazione che il sale, come molte altre sostanze ad esempio come lo zucchero, ci ha un buon sapore perché ci siamo abituati. Se ti abitui a buttarlo giù, il cibo ti piace altrettanto.

Cioè, dubitavo dell’affermazione con cui siamo cresciuti: “Senza sale, il cibo non è gustoso!”

Cosa facevano gli antichi senza sale

Continueremo con dati interessanti.

Le prime testimonianze della lavorazione del sale risalgono al 6.000 a.C. circa, quando le persone che vivevano nell’attuale Romania facevano bollire l’acqua sorgiva per estrarre i sali; Una fabbrica di sale in Cina risale all’incirca allo stesso periodo.

L’Homo sapiens, ovvero la nostra specie umana, esiste da circa 300mila anni.

Le scimmie esistono da 7 milioni di anni.

Dalla scienza apprendiamo che il sale che è cloruro di sodio è composto per il 40% da sodio e per il 60% da cloruro.

Ignoreremo il cloruro e ci concentreremo solo sul sodio.

Un cucchiaino di sale contiene circa 6 grammi di sale, ovvero 2,4 grammi di sodio.

Ora usano gli strumenti e chiedono “Quanto sodio consumi senza aggiungere sale?”

Ciò equivale a circa 0,5 grammi di sodio al giorno.

100 grammi di bistecca contengono 0,06 grammi di sodio. 100 grammi di farina di frumento contengono circa 0,005 di sodio.

Un test campione di dati tramite Google e ChatGPT mostra che oggi la persona media consuma circa 3,4 grammi di sodio al giorno, come un cucchiaino e mezzo di sale.

Ed ecco il primo pensiero libero finora: l’uomo per gran parte degli anni dell’evoluzione ha consumato 0,5 grammi di sodio al giorno. Alcune migliaia di anni fa iniziò una tendenza al rialzo e oggi è pari a 3,4 grammi.

Sono 7 volte.

Non è piacevole bere 14 litri di acqua

Ora utilizzeremo il framing osservativo. Bevo circa 2 litri di acqua al giorno. Se bevo 7 volte più acqua, cioè 14 litri, come mi sentirò? molto brutto.

Ora salgo di livello con una scommessa e inquadra qui; I materiali che gli esseri umani consumano possono essere modificati di circa il 25% e il corpo saprà come gestirli bene. 7 volte è completamente disturbato. Questo è tutto, il mio telaio.

La maggior parte della scienza dimostra che esiste una connessione tra l’aumento del consumo di sale e varie malattie. Quindi sono nella direzione generale. Si può scendere anche alla risoluzione dei reni: i reni svolgono un ruolo cruciale nel mantenimento dell’equilibrio dei vari minerali presenti nell’organismo, compreso il calcio. Quando l’assunzione di sodio (sale) è elevata, i reni espellono più sodio nelle urine per mantenere l’equilibrio. Tuttavia, questa maggiore escrezione di sodio può anche portare ad un aumento dell’escrezione di calcio.

Sia il sodio che il calcio utilizzano gli stessi meccanismi di trasporto nei reni. Quando c’è molto sodio da espellere, può “competere” per il riassorbimento del calcio, il che significa che più calcio finisce per essere escreto nelle urine.

Nel corso del tempo, questa maggiore escrezione di calcio può contribuire allo sviluppo dell’osteoporosi, poiché il corpo può iniziare a scomporre le ossa per sostituire il calcio perduto. Vale anche la pena notare che alti livelli di calcio nelle urine possono contribuire alla formazione di calcoli renali.

Lascia la biologia, vai oltre

Il pensiero libero qui non è cercare di capire esattamente perché il sale non ci fa bene chimicamente e biologicamente, ma lasciarci guidare dalle superleggi, cioè leggi di altri livelli.

Uno strumento che ci darà più profitto è chiedere:

Perché gli esseri umani hanno aumentato il consumo di sale nel corso degli anni?

Perché le aziende alimentari e i ristoranti aggiungono sale a tutto?

Perché gli esseri umani ricevono questo sale aggiunto? Dove sono tutti?

Mar Morto o Mar di Sale

Ora metto tutto insieme secondo la mia logica. Naturalmente ognuno ha una logica diversa. La mia logica dice che non è necessario aggiungere sale perché provoca malattie che non comprendiamo affatto. La maggior parte degli anni di evoluzione li abbiamo gestiti senza sale. Per ragioni di gusto acquisito, abbiamo aggiunto sale ad ogni alimento fino ad oggi siamo arrivati ad una situazione in cui non esiste alimento a cui non sia stato aggiunto sale. Ogni alimento ha il suo sale naturale. L’aggiunta di sale confonde i sistemi gustativi del corpo.

Alla fine mi sono ricordato di un’altra osservazione: negli Stati Uniti ci sono salmone e tonno in scatola senza sale aggiunto e sono buoni per diversi anni. Li ho assaggiati e sono davvero deliziosi.

Le ragazze sono più comunicative dei ragazzi?

Dalla mia osservazione vedo che le ragazze parlano molto più dei ragazzi.

Ricordo che l’autismo è meno comune nelle ragazze che nei ragazzi. Tiro fuori dalla memoria un fotogramma secondo cui l’autismo è l’opposto della comunicativa, e poi voglio scommettere che l’autismo è meno comune nelle ragazze perché il loro fondamento fin dall’inizio è più comunicativo. E questa è l’altra domanda: perché l’autismo è meno comune nelle ragazze? La risposta qui va bene.

Parto dalla scienza evolutiva secondo cui le ragazze dovevano comunicare con la famiglia e con altre famiglie quando gli uomini andavano a caccia, quindi la scommessa è che naturalmente si sono rivelate più comunicative, e questa è un’altra scienza.

Parto dall’osservazione che i ragazzi realistici erano meno comunicativi, e c’erano molti più ragazzi realistici che ragazze, e poi scommetto che c’è un dare e avere tra realismo e comunicatività.

Alla fine utilizzo la scienza per concludere che effettivamente le ragazze sono in media più comunicative dei ragazzi.

Una buona domanda che dovrebbe essere posta è se è a causa dell’ambiente o dei geni? Inequivocabilmente: i giardini.