Sicurezza

בְּאֵין תַּחְבֻּלוֹת, יִפָּל-עָם

La sicurezza nazionale è come una nuova azienda

La sicurezza interna è una questione alla quale occorre dedicare il massimo impegno. La soluzione richiede la preparazione dell’intero sistema di sicurezza, ma anche uno sforzo civile, e talvolta anche la rinuncia alla privacy a favore della sicurezza personale. Se lo facciamo, lo Stato e i meccanismi di sicurezza sapranno di più su tutti noi, ma sapranno anche molto di più sui nostri nemici interni. Per salvare un’anima in Israele vale la pena rinunciare ad un po’ di privacy.

La questione delle domande, giustamente, è quanti trarranno vantaggio e quanti soffriranno dall’introduzione di leggi o dall’uso di nuove tecnologie. Ebbene, in un mondo digitale in cui è facile rintracciare tutti (lo stato saprà dove ti trovi e cosa hai fatto), la sofferenza dei cittadini sarà minore, ma i sanguinari avranno molta difficoltà a nascondere le loro azioni. Il Paese dovrebbe utilizzare strumenti che funzionano in altri Paesi (a Singapore non esiste il traffico di droga) e strumenti con cui la parte dannosa non sa come affrontare: la tecnologia. È così che abbiamo vinto diverse guerre.

Passaggio A: misurazione accurata in modo da conoscere il grado di miglioramento. In tutto ciò che viene fatto nell’ambito della sicurezza interna, è necessario un ciclo di feedback per migliorare e ottimizzare la continuazione o per annullare ciò che è stato fatto.

Fase B – Usare le armi dello Stato per combattere i problemi di sicurezza interna sopra menzionati: tecnologia e personale di qualità. Esercitando il libero pensiero ci si rende conto che la follia che circonda l’invasione della privacy può essere anche la radice della soluzione del problema.

Terrorismo nei territori dello Stato di Israele

Qui ho fornito un esempio di utilizzo della tecnologia e del “prendere in prestito la privacy” dalle persone per sconfiggere il terrorismo:

  • Determinare alcune zone in cui è obbligatorio fare il check-in (il check-out sarà automatico), cioè lo Stato saprà chi è e dove si trova: “Sono il signor x al punto y e voglio entrare nella zona z”. Il check-in verrà effettuato in base al luogo o all’orario e simili tramite un’applicazione nazionale (senza discriminazione di razza, sesso o religione).
  • Se una persona viene sorpresa in una zona vietata al check-in, verrà severamente punita. Come farà lo Stato a sapere che non ha effettuato il check-in: valichi che verranno aperti solo al check-in, segnale del cellulare senza vero e proprio check-in, controlli degli agenti di polizia.
  • Il cellulare sarà l’unica carta d’identità, avrà un riconoscimento costante della posizione e da esso sarà possibile ricevere voce e foto e confermarle automaticamente.
  • Finché esiste pericolo per il pubblico, lo Stato potrà forzare il check-in e saprà quando una persona si trova in un luogo senza check-in. Prendersi cura di questo darà maggiore sicurezza a chi si aggira nella zona dove tutte le persone sono identificate ed è possibile determinarne la posizione.

Esempi di utilizzo del check-in:

  • Monte del Tempio: ricevere i permessi di ingresso nella domanda. Tutti i fedeli sono contrassegnati: registrati o meno.
  • Posti di controllo: il posto di controllo verrà aperto dietro presentazione di un documento di check-in, quindi i soldati non dovranno avvicinarsi alle persone.
  • Nelle zone agricole il check-in obbligatorio per tutti renderà difficile il compito dei ladri di prodotti agricoli.

Un’altra soluzione a lungo termine è un sistema educativo uniforme che consenta l’introduzione ai settori in Israele: ebrei, ebrei religiosi, musulmani, cristiani, ecc. La conoscenza tra tutti i settori consentirà una migliore comprensione e apprendimento della loro cultura e lingua e dei bisogni di tutti i cittadini in Israele, ridurrà la paura e minimizzerà le idee sbagliate che ciascuna parte ha sull’altra.

Nessun governo nel Negev e nel resto di Israele

L’incapacità di governare nel Negev è un sintomo dell’incapacità di governare in Israele in generale. Affrontare la radice del problema richiede un cambiamento nella struttura del governo :

  • Promulgare una legge che non consenta di vivere in un luogo senza permessi adeguati e applicarla in tutto Israele. Gli ordini di demolizione verranno emessi entro settimane, non decenni.
  • Nomina di un amministratore per “l’allineamento” in tutto Israele: gli edifici saranno costruiti nel Paese solo secondo la legge.
  • Aggiungere standard a migliaia di ispettori che faranno rispettare la legge.

crimine organizzato

Tutti sanno chi sono i criminali e chi sono le famiglie criminali, il problema è: come si fa a condannarli?

  • L’utilizzo della moneta digitale e delle fatture digitali monitorate renderà molto difficile la gestione della criminalità organizzata. Ogni trasferimento di denaro o fattura viene controllato e collegato.
  • Un nuovo tipo di etichettatura prima dell’autorizzazione e più semplice. Taggare le persone che hanno una ragionevole possibilità di impegnarsi in attività illegali. Dopo aver taggato, tracceranno la loro posizione e il volo nelle loro conversazioni. Se il trasgressore infrange una qualsiasi di queste regole, verrà punito immediatamente. I tribunali etichetteranno le persone e le etichetteranno. Esempio: in seguito a una denuncia contro un vicino pericoloso per i bambini del quartiere, la polizia potrebbe attaccare al sospettato un braccialetto elettronico che saprebbe costantemente dove si trova e cosa sta dicendo. Perché questo non è stato fatto prima? Non c’erano telefoni cellulari e tecnologia adeguata. Oggi il 90% delle persone possiede un cellulare.
  • Pene pesanti per chi è coinvolto nella criminalità organizzata.
  • Guerra in tasca: multe enormi per chiunque sia condannato per partecipazione alla criminalità organizzata.
  • Autorizzazione a fornire testimonianze video per ridurre il pericolo per i testimoni.

Prevenire l’uso di sostanze vietate

  • Frequenti test su droga e alcol per evitare il carcere e gli istituti per droga e alcol.
  • Contrassegnare i tossicodipendenti e gli alcolisti e monitorare costantemente la loro permanenza con l’aiuto di un’applicazione nazionale e del riconoscimento facciale. Questa è una grave violazione della loro privacy, ma è l’ultimo dei loro problemi. Questo è il modo migliore per vedere che sono puliti e in fase di restauro. Fondamentalmente fornisce alle autorità un feedback sul processo di apprendimento che devono svolgere.
  • Spiegazione approfondita del significato dell’uso di droga e alcol e della punizione per questi atti.
  • Punizioni sproporzionate per l’uso e il traffico di droga (come a Singapore) e riflessione su una soluzione creativa per i consumatori dipendenti da sostanze illecite, prevenendo così danni ai figli e alla società.
  • Trattamento costante dei tossicodipendenti: in modi economici e nuovi metodi senza droghe, come il pensiero positivo e l’ottimismo, nonché nei centri di trattamento delle dipendenze.

Una corsa sfrenata sulle strade

La guida pericolosa su strada può essere facilmente risolta assegnando un punteggio di sicurezza a ciascun conducente e addebitando una tariffa adeguata per la guida su strada.

sicurezza estera

stesso come alleato

Israele deve sempre avere uno stretto alleato. Israele non può affrontare i grandi paesi da solo.

Superiorità militare su tutti i nostri nemici

Per Israele, la superiorità militare è essenziale data la sua posizione geopolitica unica, circondato da paesi che in precedenza erano ostili alla sua esistenza. Garantire un esercito forte e avanzato scoraggia potenziali aggressori, mantiene la stabilità nella regione e preserva la sovranità e la sicurezza del Paese.

Superiorità economica

Un’economia solida è essenziale per Israele poiché consente al Paese di mantenere un elevato standard di vita per i suoi cittadini, investire in infrastrutture critiche e sostenere il suo apparato militare e di sicurezza. La resilienza economica consente inoltre a Israele di resistere alle pressioni esterne, alle sanzioni e alle sfide diplomatiche, coltivando al tempo stesso relazioni commerciali internazionali e forti alleanze.

Superiorità tecnologica e scientifica

L’impegno di Israele nei confronti dell’innovazione, della tecnologia e della ricerca scientifica gli è valso il soprannome di “nazione delle startup”. Questa superiorità non solo guida la crescita economica, ma contribuisce anche al progresso nei settori della difesa, dell’agricoltura, della medicina e di altri settori. Mantenendo un vantaggio tecnologico, Israele può garantire la propria resilienza e adattabilità di fronte alle sfide e alle opportunità globali.

Supremazia nell’unità e nella giustizia

Israele è una nazione diversificata con cittadini provenienti da contesti culturali, religiosi ed etnici diversi. Raggiungere la supremazia nell’unità è essenziale per promuovere la coesione sociale, una forte identità nazionale e un senso di valori condivisi. Questa unità consente a Israele di affrontare le minacce e le sfide esterne in modo più efficace e promuove una società più armoniosa e prospera.

Un avvertimento su dove stanno guardando i nostri nemici

Un allarme tempestivo e un’intelligence di qualità sono essenziali per la sicurezza di Israele per diverse ragioni, come verrà spiegato in dettaglio di seguito.

Israele è un paese senza profondità strategica, quindi è importante allertare tempestivamente contro potenziali minacce: un’intelligence accurata e tempestiva consente a Israele di identificare e anticipare le minacce emergenti da stati ostili, organizzazioni terroristiche e altri attori non statali. Questo sistema di allarme rapido consente al Paese di adottare misure proattive per prevenire o ridurre potenziali attacchi e quindi proteggere i suoi cittadini e le infrastrutture critiche.

Processo decisionale informato: l’intelligence svolge un ruolo vitale nell’informare il processo decisionale della leadership politica e militare di Israele. Fornendo informazioni sulle intenzioni, sulle capacità e sui piani dei potenziali avversari, l’intelligence aiuta i leader a fare scelte informate sulla diplomazia, sulla strategia di difesa e sull’allocazione delle risorse, migliorando in definitiva la sicurezza complessiva di Israele.

Lotta al terrorismo – Israele deve affrontare continue minacce da parte di gruppi terroristici, come Hamas e Hezbollah. La raccolta e l’analisi dell’intelligence sono essenziali per tracciare le attività, i finanziamenti e le reti di queste organizzazioni. Scoprendo complotti e smantellando le cellule terroristiche, le agenzie di intelligence israeliane possono prevenire o minimizzare l’impatto degli attacchi nel paese.

Sicurezza informatica: il dominio informatico è diventato un campo di battaglia fondamentale nei conflitti moderni. Le agenzie di intelligence israeliane devono essere in vantaggio rispetto agli avversari nel cyberspazio per proteggere le informazioni sensibili e le infrastrutture critiche del paese dagli attacchi informatici. Questo tipo di attività include il monitoraggio, il contrasto e la prevenzione dello spionaggio informatico e di altre attività dannose da parte di attori ostili.

Operazioni segrete: l’intelligence consente a Israele di effettuare operazioni segrete che interrompono o neutralizzano le minacce prima che si materializzino. Queste operazioni possono includere omicidi mirati, sabotaggi o infiltrazioni in reti ostili per raccogliere informazioni preziose. Tali azioni possono indebolire gli avversari, ridurre le loro capacità e scoraggiare ulteriori aggressioni.

Leva diplomatica: forti capacità di intelligence possono fornire a Israele una preziosa leva diplomatica nelle sue interazioni con altri paesi. Condividendo informazioni rilevanti con gli alleati o utilizzandole come merce di scambio nei negoziati, Israele può costruire partenariati internazionali più forti e portare avanti i propri interessi strategici.

Stabilità regionale: le capacità di intelligence di Israele contribuiscono a mantenere la stabilità regionale attraverso il monitoraggio e la gestione dei fattori che destabilizzano il Medio Oriente. Conservare informazioni su possibili cambiamenti di potere, conflitti e dinamiche regionali aiuterà Israele ad adattare di conseguenza le sue politiche e strategie e a garantire la sua sicurezza e stabilità a lungo termine in una regione instabile.

Profondità strategica

Date le sue piccole dimensioni e la vicinanza di vicini ostili, Israele deve dare priorità alla profondità strategica per garantire la sua sopravvivenza a lungo termine.

Piccola guerra

La tecnologia e la qualità dei combattenti israeliani hanno portato Israele nel luogo sicuro dove ci troviamo. La combinazione di aziende non governative e aziende governative ha portato Israele ad essere all’avanguardia nel mondo con una magnifica industria militare.

Sembra che l’intelligenza artificiale e le piccole apparecchiature come i piccoli droni saranno in prima linea nella tecnologia bellica. Il trucco sarebbe quello di assemblare centinaia di migliaia di droni o piccole navi che sappiano come attaccare senza un segnale satellitare o alcuna connessione con un soggetto esterno dirompente.

Sarebbe molto difficile per un esercito normale difendersi da migliaia di piccole armi che lo attaccano. È altrettanto necessaria la protezione da strumenti così piccoli.

L’approccio difensivo

L’esperienza dimostra che un approccio difensivo contro provocazioni o attacchi non funziona. Spesso porta ad un’escalation. Contro i nostri nemici dobbiamo avere una linea offensiva.

Deterrenza: una risposta sproporzionata che cambia l’equilibrio

Una risposta sproporzionata, come la demolizione del quartiere di Da’aheh in Libano, ha prodotto la deterrenza desiderata. La vera deterrenza fa sì che l’avversario si renda conto che non raggiungerà il suo obiettivo nel suo percorso attuale. Di fronte alla minaccia di Gaza, Libano e Siria, la risposta più logica è reagire in modo sproporzionato alle loro azioni contro di noi. Una risposta sproporzionata potrebbe essere l’occupazione del territorio per qualsiasi azione ostile contro di noi, questo potrebbe essere un ottimo strumento contro Gaza e i territori.

La deterrenza di solito risolve la questione con i paesi arabi. In Libano funziona bene.

L’eliminazione della leadership

L’eliminazione della leadership delle organizzazioni terroristiche e simili ha portato risultati impressionanti in Israele. È un’operazione molto asimmetrica, da qui la sua efficacia. Israele può intraprendere tali passi. Ma d’altra parte, l’altra parte è molto limitata da questo.

Equilibrio dell’orrore

L’equilibrio del terrorismo nucleare contribuisce notevolmente alla stabilità mondiale. Israele deve continuare a sviluppare armi nucleari avanzate per mantenere questo equilibrio nel terrore. Una bomba all’idrogeno può contribuire molto a mantenere l’equilibrio del terrore nel mondo.

Parla anche con i nemici

Una delle cose sorprendenti sarà convincere i nemici a non esserlo più alimentando i loro interessi. L’Iran sta usando Israele come simbolo della sofferenza del popolo iraniano, anche se la possibilità è molto piccola, ma è possibile invertire la creazione come nella rivoluzione del 1979. Bisogna continuare a provarci.

Conquistare il territorio, non le persone

Uno dei nostri errori è conquistare le popolazioni, nonostante gli avvertimenti del passato.

Per occupazione intendo come risposta ad un attacco contro di noi, come nelle guerre di Israele.

È vietato controllare persone e popolazioni e non abbiamo bisogno di residenti che non siano cittadini modello.

Bisognerebbe fare tutto il possibile affinché la punizione per un attacco contro di noi sia l’occupazione di un territorio dove non vi siano abitanti.